lunedì 19 marzo 2012

Zeppole di San Giuseppe



Stasera finalmente andrò al tanto atteso corso di pasticceria! E per farmi perdonare dal maritino, che proprio la sera della festa del papà rimarrà solo soletto con i suoi pargoli, gli ho preparato le zeppole di San Giuseppe




Neanche a farlo apposta, stavo proprio girando per il blog di Murzillo saporito, che questo mese è The recipe-tionist, quando mi sono imbattuta nelle deliziose zeppole di Salvatore De Riso. Quindi ho pensato di cogliere la palla al balzo e provare la sua ricetta, magistralmente eseguita da Valeria

Per la pasta choux

250 gr di acqua
100 gr di burro
6 gr di sale
250 gr di farina
400 gr di uova intere (circa 8 uova)
Olio per friggere (io le ho cotte al forno)


Per la crema pasticcera

350 gr di latte fresco intero
150 gr di panna liquida
180 gr di tuorli d'uovo (circa 9 tuorli)
150 gr di zucchero
40 gr di amido di mais (io Molino Chiavazza)
2 gr di sale
1/2 limone Costa di Amalfi (io limone bio)
1/2 baccello di vaniglia (io ho omesso)

Amarene per decorare (non avendo trovato le amarene ho usato le ciliege candite...ma non è proprio la stessa cosa!)

Preparare la crema portando a ebollizione il latte, la panna e la buccia di limone (attenzione a utilizzare solo la parte gialla, quella bianca più interna è amara!)
Sbattere i tuorli con lo zucchero, l'amido e il sale; filtrare il latte e versarlo sui tuorli, rimettere sul fuoco e derminare la cottura della crema a fuoco lento. Far raffreddare (se coprite con della pellicola eviterete la formazione della "pellicina")

Mentre la crema raffredda preparare la pasta choux: portare a ebollizione l'acqua con il burro e il sale, togliere dal fuoco e incorporare la farina versandola in un colpo. Rimettere sul fuoco e mescolare accuratamente finchè il composto 8che avrà formato una palla compatta) non si staccherà dalle pareti

Far intiepidire e incorporare in un colpo solo le uova. Per correttezza riporto la ricetta di Salvatore De Riso, che però non mi è piaciuta particolarmente: troppe uova e come diceva anche Valeria la pasta è rimasta un po' troppo "molliccia"

A questo punto con la sac a poche, bocchetta a stella grande, formare delle ciambelline della forma preferita, che andrebbero fritte in olio bel caldo. Io invece ho preferito formare le mie zeppole direttamente sulla teglia foderata di carta forno. Infornare a 180° per circa 15 minuti

Quando si saranno raffreddate, guarnire con la crema (ho utilizzato la sac a poche, sempre con il beccuccio a stella ma piccolo) e decorare con un'amarena





Confermo quanto detto da Valeria, la pasta choux non mi ha fatto impazzire (forse perchè anche io non l'ho fritta ma cotta al forno), ma ho trovato la crema assolutamente ECCEZIONALE. Saporita, soffice, cremosa... una delizia!


Ringrazio Valeria per la sua deliziosa ospitalita e, come tutti i mesi, Flavia: spero di riuscire, prima del 25, a fare un altro giretto in cucina!


Approfitto di questo post per fare gli auguri ai due papà più speciali del mondo: in primis ovviamente il mio papà, a cui voglio un mondo di bene anche se non lo vedo spesso come vorrei. Secondo, ma non meno importante, il mio maritino: non potrei desiderare per i miei piccoli un papà migliore di lui :)

12 commenti:

  1. Ciao Franci, grazie mille per aver partecipato e spero che tuo marito gradisca le zeppole!
    Sono contenta che le mie impressioni sulla ricetta siano condivise....vuol dire che non sono stata io a farla male ;-)
    Un bacio e divertiti al corso stasera....
    Valeria

    RispondiElimina
  2. Che belli! io quest'anno non li ho preparati perchè il mio papà è a 600 km di distanza da me, ma per pasqua glieli farò di sicuro. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Uau!
    Non ho mai assaggiato queste zeppole, in Sardegna si fanno diversissime, ma prima o poi mi cimenterò!
    Hanno un aspetto molto invitante!

    RispondiElimina
  4. Sono meravigliosi, Francu...un pensiero stupendo per tutti i papà!!!BRAVISSIMA!

    RispondiElimina
  5. Bellissime, e buonissime credo!!! Auguri a tutti papà
    Carla
    P.S.
    Scusami che ne pensi di togliere le paroline i fondo ai commenti??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami Carla ma cosa intendi per "paroline in fondo ai commenti??"

      Elimina
    2. anch'io le ho preparate ieri notte! le tue però sono venute più belle, non capisco cos'ho sbagliato :(

      Elimina
  6. Mai preparate ma a vederle, oltre che bellissime, devono essere una bontà!! Buona lezione :-)

    RispondiElimina
  7. La curiosità più grande è sapere cosa farai stasera al corso di pasticceria!!!

    Hai fatto davvero delle bellissime zeppole...e poi credo che per un papà passare la festa del papà con i suoi bimbi..sia la serata più bella!!!

    Bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  8. Ciao, volevo invitarti a partecipare al mio primo contest….un dolce per i nostri papà….

    Questo è il link per partecipare…..e questa ricetta sembra perfetta….

    http://dolcimanontroppo.blogspot.it/2012/03/contest-un-dolceper-i-nostri-papa.html

    Ti aspetto…

    Stefy

    RispondiElimina
  9. Gnam sembrano davvero deliziosi!!
    Complimenti e bacioni

    RispondiElimina
  10. Un dolce per un papà... mi dice qualche cosa.... hahahaha
    Belle ma NON le rifaccio...io con la pasta choux sono un disastro!! Me ne avanzate una ?
    Nora

    RispondiElimina